Cosa vedere a Trapani: Le 10 migliori da non perdere assolutamente!

Cosa vedere a Trapani: Le 10 migliori da non perdere assolutamente! 1

La bella Trapani, perla della Sicilia occidentale, è una meta turistica che in questi ultimi anni sta vivendo un vero e proprio boom: viaggiatori e turisti provenienti da tutta Italia e non solo la stanno scoprendo assieme ai suoi dintorni, alle sue spiagge e alla sua cucina tipica.

Ecco quindi cosa vedere a Trapani, in città e nelle zone circostanti. Sia che trascorriate in zona soltanto pochi giorni che una vera e propria vacanza, prendete spunto da questa lista, e adattatela secondo i vostri gusti e le vostre esigenze, per un’avventura siciliana davvero indimenticabile.

Città vecchia

Come prima cosa appena arrivati a Trapani, non perdetevi una visita al suo centro storico. Non è troppo esteso e si gira benissimo a piedi, e anche se non ci sono monumenti famosi in tutto il mondo, è davvero piacevole camminare per le sue vie, le più famose delle quali sono Via Garibaldi, Via Fardella, Corso Italia e Corso Vittorio Emanuele. Durante la vostra visita alla città vecchia di Trapani, visitate la Basilica di San Lorenzo e la seicentesca Torre Ligny, uno dei simboli della città, che sorge imponente sul mare. Al suo interno si trova un museo che mette in mostra una collezione di anfore romane e antichi reperti della zona. Se poi volete immergervi nella vera atmosfera siciliana, fate un salto al mercato del pesce!

Chiesa del Purgatorio

La Chiesa del Purgatorio è uno dei simboli di Trapani. E’ una delle più grandi in città, e risale al ‘600, dove in precedenza sorgeva una torre araba che oggi è stata trasformata nel campanile. La facciata risale al 1714, e fu realizzata per mano di Giovan Biagio Amico, scultore, teologo e sacerdote locale. Gravemente danneggiata durante la Seconda Guerra Mondiale, fu riaperta soltanto nel 1962. Al suo interno si trovano i 22 misteri, sculture realizzate in legno e tela che vengono portati in processione il Venerdì Santo.

Le spiagge

A Trapani ci sono due spiagge cittadine che vale la pena visitare. La prima è il Lido San Giuliano, che si trova a circa 20 minuti a piedi dal centro. Ci sono bar e ristoranti, ed avrete la possibilità di noleggiare sedie a sdraio e ombrelloni per tutto il giorno. La seconda spiaggia da vedere a Trapani è Lido Paradiso, dotata di tutti i servizi, compresa una piscina per i bambini. L’acqua qui non è troppo profonda, e la spiaggia è riparata dal vento, per questo è l’ideale per le famiglie con bambini.

Erice

Erice è una delle mete più pittoresche della Sicilia occidentale. Questo villaggio medievale sorge a più di 750 metri di altitudine, ed offre una vista favolosa di Trapani, delle Isole Egadi e di San Vito Lo Capo. Per arrivare a Erice ci vogliono circa 30 minuti d’auto, ma è possibile anche utilizzare la funivia che parte da Trapani. Il viaggio dura circa 10 minuti, e i panorami che si ammirano dalle diverse altitudini sono davvero fantastici. Giunti ad Erice, seguite il percorso pedonale segnalato, che vi permetterà di scoprire tutte le attrazioni senza perderne nemmeno una. Di queste, la più interessante è senza dubbio il castello, arroccato sulla cima della montagna.

Isole Egadi

Favignana, Levanzo e Marettimo sono le tre isole che compongono l’arcipelago delle Egadi, distanti una manciata di chilometri da Trapani. Favignana è la più grande, ed è di gran lunga la più famosa tra le tre, un vero e proprio must durante un soggiorno a Trapani: dal porto cittadino salpano tutti i giorni i traghetti e gli aliscafi che vi condurranno in questi paradisi per gli amanti del mare e della natura. Le isole si girano benissimo in bicicletta; evitate di noleggiare un’auto, in quanto non è molto pratica visto le piccole dimensioni delle strade. A Favignana, non perdete Cala Rossa, Lido Burrone, Cala Azzurra e Cala Rotonda, mentre per una parentesi culturale visitate le pitture rupestri, risalenti a oltre 10.000 anni fa.

Marsala

La cittadina di Marsala è certamente una delle migliori cose da vedere a Trapani. Distante circa 40 minuti dalla città e nota per il suo famoso vino dolce, conosciuto e apprezzato in tutto il mondo, vale la pena visitarne il centro storico, con la cattedrale barocca (Chiesa Madre) dedicata a San Tommaso, Piazza della Repubblica e il bellissimo municipio, ospitato all’interno del palazzo VII Aprile. Con un po’ di tempo a disposizione potrete poi visitare il monastero di San Pietro e la chiesa e il convento del Carmine.

Segesta

Nelle vicinanze di Trapani si trova uno dei parchi archeologici più importanti d’Italia, Segesta. Qui troverete le rovine di una antica città, fondata dagli Elmi oltre duemila anni fa; oggi tutto quello che resta è un tempio e un teatro. Il tempio di Segesta è perfettamente conservato, e gli storici pensano che non sia mai stato completato a causa delle guerre. Il teatro invece si trova sul Monte Barbaro, a oltre 400 metri di altitudine, e viene usato anche ai giorni nostri, nelle sere d’estate, quando diviene un palcoscenico naturale per concerti e manifestazioni.

San Vito Lo Capo

La magnifica spiaggia di San Vito Lo Capo è senza dubbio una delle più famose d’Italia, e merita un paragrafo tutto suo. Lunga oltre tre chilometri e con un’acqua limpida di colore azzurro chiaro, dista circa 50 minuti d’auto da Trapani, ma il viaggio vale sicuramente la pena. Oltre a trascorrere rilassanti giornate sdraiati al caldo sole della Sicilia, potrete concedervi una parentesi di svago prendendo parte al festival del cous cous o al festival degli aquiloni, che si tengono proprio qui.

Le saline e il museo

L’industria del sale è stata fondamentale per l’economia di Trapani nei secoli passati, ma la via del sale, che conduce dalla città a Marsala, è ancora oggi una delle cose da fare a Trapani più interessanti in assoluto. La vista riflessa nell’acqua delle saline e dei vecchi mulini, usati per macinare il sale, è davvero incomparabile. Tra l’altro, le saline di Trapani si trovano all’interno di una riserva naturale, che ha permesso il ristoro di alcuni mulini, alcuni dei quali sono ancora oggi in attività. Un consiglio: visitate le saline al tramonto, per ammirare i riflessi arancioni del sole. In zona troverete poi il museo delle saline di Trapani, dove potrete scoprire le attrezzature che venivano utilizzate per il lavoro di tutti i giorni.

Riserva naturale dello Zingaro

Si trova sul lato opposto della penisola di San Vito Lo Capo, a poco più di un’ora da Trapani e a 25 minuti da San Vito Lo Capo. La riserva è stata istituita nel 1981, e chi vi si avventura potrà scoprire scogliere a picco nel mare azzurro, montagne che si elevano per oltre 1000 metri e splendide spiagge. La riserva è l’ideale sia per gli amanti delle camminate sia per chi ama il mare, per trascorrere una giornata immersi nella natura a 360 gradi.

Booking engine per prenotare hotel wubook